giovedì 19 marzo 2009

Catturati sei cani killer in Sicilia. Ovviamente qualcuno si oppone all'abbattimento.

La notizia non è che sono stati catturati alcuni dei cani che hanno ucciso un bambino di 10 anni e ridotto in fin di vita una turista tedesca di 24 anni. La notizia è che qualcuno, associazioni animaliste e sottosegretario al Welfare, Francesca Martini, si oppone. Nessun abbattimento, dicono: "i cani vanno catturati come si fa per tigri e leoni, usando un anestetico". Io credo che nessuno di questi signori abbia provato ad immaginare che cosa può provare un bambino di dieci anni assalito da un branco di cani, che nessuno di loro possa anche soltanto lontamente avvicinarsi all'orrore di quei momenti. C'è un bambino che negli ultimi momenti di vita ha detto ^Ho freddo. Voglio la mamma^. Ci sono dei cani pericolosi. E c'è un branco di imbecilli in giro. Non so chi sia più pericoloso dei due. Qualcuno, come il Sindaco di Modica, Antonello Buscema, ha indicato una soluzione. Dirgli grazie, no?

6 commenti:

Anonimo ha detto...

É ovvio che non freghino di un fatto cosi terribile. Mica ero loro il bambino sbranato ! Ormai gli ambientalisti hanno perso il contatto con la realtá (come tutta la sinistra ormai) mentre il Sottosegretario leghista vuole conservare bene i poveri cagnetti sino a quando non saranno redenti.

Ovviamente lo stesso trattamento non lo riserva agli immigrati le cui imbarcazioni secondo la lega dovrebbero essere affondate (vi ricordate Calderoli ?)

Come faccia un politico a riservare tutta quella protezione a dei cani assassini ed a invocare leggi razziste per gli esseri umani é una delle tante miserie del nostro paese.

cesara pavone ha detto...

Ma nessuno dei vicini, l'ASL, l'ARPA i Carabinieri, la Divina Provvidenza si é mai accorto prima delle condizioni in cui versava quel canile-lager?
Purtroppo quei cani hanno subito un imbruttimento tale che é probabile che non siano più inseribili in nessuna famiglia.
Lo sappiamo che ci sono persone che amano molto, troppo, gli animali e quasi niente i propri simili, Hitler ce lo ha insegnato; non penso però che si debba necessariamente ragionare con la logica della contrapposizione.
L'atroce sorte del bambino azzannato si aggiunge al lungo elenco dei bambini abbandonati, stuprati, lasciati morire di fame.
Gli anni che ho potuto aggiungere alla mia vita mi hanno convinto che l'inerme ha molti volti, anche quello di un animale.
Ad anonimo faccio notare che non tutti gli ambientalisti,sono anche animalisti
Sommessamente aggiungo che, a mio avviso, dar sempre addosso agli ambientalisti sia segnho di pigrizia mentale quando non di ignoranza.

anonimo ha detto...

Cara Cesara, sono l'anonimo a cui hai fatto notare lo sbaglio.

É verissimo, dovevo scrivere animalisti e non ambientalisti. Ammetto e chiedo venia.

Per quanto riguarda le tue altre affermazioni penso che:

1) quel lager forse era in aperta campagna e certamente non visibile dalla strada, quindi poco facilmente notabile da fuori.

2) gli abitanti della zona hanno parecchie volte informato le autoritá locali dei branchi di randagi nella zona. Ovviamente non se li é filati nessuno. Ora la zona dove il povero bambino é stato mangiato vivo é pattugliata nemmeno fosse la striscia di Gaza.
Ti stupisci che in questo paese malato si prenda azione quando il danno é stato giá fatto rendono tutto inutile ?

3) l'ipotesi che i cani siano ricoverati per tutta la vita in un canile a spese nostre mentre non ci sono soldi per costruire asili o riparare le buche sulle strade é indice di un paese dove la follia ormai domina. Tanto se, ipoteticamente, fuggissero di nuovo e uccidessero ancora, si assisterebbe di nuovo allo scarico di responsabilitá ed alle dichiarazioni talibane degli animalisti tale e quale adesso.

4) il Sottosegretario in questione sta giá preparando una legge che permetterá ai padroni dei cani di farli andare in giro senza museruola, modificando in senso molto piú permissivo la legge esistente (esistente, come molte altre leggi in questo paese malato) ma non applicata da nessuno.

5) il fatto che il Sottosegretario in questione appartenga ad un partito che vuole trattare gli extracomunitario molto peggio del trattamento riservato ai cani assassini é francamente miserevole.

6) sono stra-d'accordo con the che dare la colpa SEMPRE a qualcuno sia sbagliato. Ma in questo caso, l'atteggiamento talebano degli animalisti é veramente un'infamia ed un'offesa al buon senso che dovrebbe vedere la salvaguardia delle persone piú importante di quella degli animali.
D'accordo con gli animalisti in mille delle loro iniziative, ma veramente devono cercare di usare piú l'obbiettivitá in questa situazione specifica.

7) sono d'accordo che la colpa non é dei cani ma dell'Uomo...della Societá....dei Tempi che stiamo vivendo o di quello che vuoi tu. Ma tutto ció e come dire che la colpa non é di nessuno. Intanto, aspettanto che l'Uomo, la Societá ed i Tempi cambino, come facciamo, adesso, a far si che i bambini siano protetti
da attacchi di cani randagi o di razze pericolose ?
Ottimo sarebbe la proibizione di vendere certe razze di cani e la sterilizzazione di quelli giá nel nostro territorio (lo stanno facendo in Francia). Ma figurati se una cosa cosí di buon senso puó essere accettata da chi castrebbe chimicamente i pedofili ma ai cani assassini offre un rifugio protetto vita natural durante a spese dello stato...cioé nostre.
Spero che il Sottosegretario mandi a quei cani un bel pacco a Natale pieno di leccornie...poveri animaletti...vittime della societá cattiva.

Per i familiari del bambino o della ragazza tedesca...bé che evitino di andare in giro a piedi la prossima volta.

Che tristezza.

Anonimo ha detto...

oggi si tollera la tortura e si può togliere la vita ad un essere umano ma guai se si taglia un albero; si possono abbandonare poveri disgraziati a morire in mezzo al mare meditteraneo ma non si possono sopprimere cani rabbiosi; si può abortire un bambino ma non si deve toccare un piccione schifoso e pericoloso per la salute. E' ora di rimettere le cose a posto secondo il loro valore.
(Toni)

cesara pavone ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
cesara pavone ha detto...

Ciao ANONIMO,
non so se tu sia lo stesso anonimo del precedente post o un nuovo anonimo, non volermene quindi se ripeto anche a te quanto già detto:
Gli anni che ho potuto aggiungere alla mia vita, proprio perché sono nata nel posto giusto in qs dato momento storico ( quindi non torturata anzi tempo, non incarcerata o mandata al confino come é accaduto a mio padre, Giuseppe Pavone, dal 1934 al 1937 e mi piace ricordarlo oggi, 25 aprile festa della Liberazione dal nazi-fascismo) mi hanno insegnato che l'umanità dolente è una ed accomuna tutti gli inermi. bambini, ammalati psichici,anziani deboli e soli ( non tutti sono Rita Levi Montalcini)ed anche sì proprio loro i nostri comuni antenati, anzi i nostri coantenati così come li definisce nel suo poderoso testo, Richard Dawkins - la grande storia dell'evoluzione- Mondadori 2006 : tutti gli organismi viventi che con noi e nonostante noi e la ns lucida volontà di sterminarli, distruggendone gli habitat, condividono questo pianeta.
Personalmente non tollero la tortura, nè sugli esseri umani né su alcun altro essere vivente e so bene che persone che non hanno detto nulla su Guantanamo e sulle torture lì ampiamente praticate - sta emergendo ora che Condoleeza Rice, Segretario di Stato degli USA, grande paese democratico, sembrerebbe averle autorizzate- così come in molti altri paesi del mondo, sono poi prontissime a difendere la vita di piccioni, cani, gatti, delfini, foche.
ma perché rinfacciare loro questa sensibilità?
basterebbe chieder loro di ampliare il loro orizzonte, no?

 
Copyright 2009 La Città Possibile Como
Convert By NewBloggerTemplates Wordpress by Wpthemesfree